Rischio sismico: svolgimento pratiche SismaBonus

//Rischio sismico: svolgimento pratiche SismaBonus
Rischio sismico: svolgimento pratiche SismaBonus 2018-04-26T12:14:38+00:00

Pratiche detrazione fiscale Sismabonus 50%-85%

È possibile detrarre dall’Irpef (imposta sul reddito delle persone fisiche) una parte degli oneri sostenuti per il miglioramento o adeguamento sismico delle abitazioni, gli edifici produttivi e gli edifici condominiali situati nel territorio dello Stato.

In particolare, i contribuenti possono usufruire delle seguenti detrazioni fiscali:

  • edifici residenziali e produttivi: la detrazione è del 70% se si effettuano migliorie che portano l’edificio a salire di 1 classe, dell’80% se le classi scalate sono 2;

  • condomini: 75% per lo scalo di 1 classe di sicurezza sismica, 85% per due classi.

Riepilogo detrazioni

Percentuale di Detrazione 50%

70% (75% per edifici condominiali) se, a seguito degli interventi, si passa a una classe di rischio inferiore

80% (85% per edifici condominiali) se, a seguito degli interventi, si passa a due classi di rischio inferiore

Importo massimo su cui calcolare la detrazione 96.000 €

Per gli interventi sulle parti comuni di edifici condominiali, 96.000 € moltiplicato per il numero delle unità immobiliari dell’edificio

Ripartizione delle detrazioni 5 quote annuali
Zona sismica in Zone 1, 2, 3
Utilizzo dell’immobile Qualsiasi immobile a uso abitativo (non solo prima casa) e immobili adibiti ad attività produttive

Chi può usufruire della detrazione fiscale Sismabonus

L’agevolazione fiscale sismabonus  per miglioramento o adeguamento sismico spetta non solo ai proprietari degli immobili ma anche ai titolari di diritti reali/personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese:

  • proprietari o nudi proprietari

  • titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)

  • locatari o comodatari

  • soci di cooperative divise e indivise

  • imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce

  • soggetti indicati nell’articolo 5 del Tuir, che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati, imprese familiari), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali.

Per quali lavori spettano le detrazioni fiscali del Sismabonus

Tutte le opere ristrutturazione edilizia che comportino un miglioramento o un adeguamento sismico dell’edificio.

Come fare per accedere al Sismabonus:

Operativamente, per accedere al Sismabonus:

  • Il proprietario che intende accedere al beneficio, incarica un professionista della valutazione della classe di rischio e della predisposizione del progetto di intervento di miglioramento o adeguamento sismico dell’edificio;

  • Il professionista, architetto o ingegnere, individua la classe di Rischio della costruzione nello stato di fatto prima dell’intervento;

  • Il professionista progetta l’intervento di  miglioramento, adeguamento e riduzione del rischio sismico e determina la classe di Rischio della costruzione a seguito del completamento dell’intervento;

  • Il professionista assevera i valori delle classi di rischio e l’efficacia dell’intervento;

  • Il proprietario può procedere ai primi pagamenti delle fatture ricevute;

  • Il direttore dei lavori e il collaudatore statico attestano

Per non perdere l’occasione rivolgiti ai nostri esperti

Richiedi la tua pratica Sismabonus

Contattaci

Scrivici per ricevere maggiori informazioni sui nostri servizi o per richiedere un preventivo.


Pratiche ENEADetrazioni 50% - 65%Pratiche SismaBonusAPE - Attestati di Prestazione EnergeticaPratiche Edili ed UrbanisticheImpianti Risparmio EnergeticoDiagnosi energeticheCollaudi acusticiProgettazione AntisismicaStime ImmobiliariAltro